I 3 pilastri dell’e-mail marketing

e-mail marketing

Non passa settimana senza che senta qualcuno dire che l’e-mail marketing è morto.
Allo stesso modo, però, non passa settimana senza che riceva svariate e-mail, più o meno desiderate, che promuovono qualsiasi tipo di prodotto o servizio.

Secondo un recente studio di ExactTarget’s, il 92% degli utenti ritiene ancora l’e-mail il miglior canale per la ricezione di messaggi pubblicitari, con un aumento del 3,6% rispetto al 2008.

Beh, per essere morto direi che l’e-mail marketing gode ancora di una certa popolarità…
Vediamo allora alcuni consigli su come utilizzare al meglio questo canale di comunicazione.

(continua…)

Google: il meta tag “keywords” è morto

keywords

Nel mio post di ieri sull’ottimizzazione SEO accennavo come non valga la pena porre attenzione al meta tag “keywords” dal momento che quasi tutti i motori di ricerca lo ignorano.

Quasi in contemporanea alla pubblicazione del mio articolo è giunta la conferma ufficiale: Google non usa il meta tag “keywords” nella definizione del ranking nei risultati di ricerca.

(continua…)

La checklist SEO

SEO Checklist

Il mese di settembre coincide con l’inizio di un nuovo anno lavorativo che ci traghetterà fino alla prossima estate. Non c’è quindi momento migliore per fare il punto sullo stato dell’ottimizzazione in ottica SEO del tuo sito web.

Ecco allora una SEO checklist. Se vuoi che il tuo sito sia ben posizionato nei risultati organici, assicurati che (almeno) tutti questi punti siano rispettati.

(continua…)

Il marketing del pixel

Google Search

Se dovessi fare il nome di una web company dinamica, in continua e costante crescita, indicherei senz’altro Google. Praticamente non passa settimana senza che BigG annunci qualche novità su uno dei suoi prodotti.

Partendo da questo presupposto, mi ha stupito l’enfasi con la quale sul blog ufficiale di Google è stata annunciata una novità nell’interfaccia di Google Search. Come si vede dall’immagine, BigG ha allargato il box di ricerca, ingrandito leggermente i pulsanti e aumentato il font utilizzato sia nel box che nei suggerimenti per la ricerca.

(continua…)

AdWords: quanto conta la posizione dell’annuncio?

Google AdWords

Quanto influisce la posizione di un annuncio AdWords sul suo tasso di conversione? Poco.

In altre situazioni non sarei stato così perentorio nella risposta, ma considerando che la fonte è proprio Google, possiamo fidarci.

Per spiegare questa affermazione dobbiamo prima capire come Google calcola la posizione del nostro annuncio:

Posizione annuncio = offerta x qualità

(continua…)

Perché offrire un feed RSS del tuo blog

RSS

Se sei curatore di un blog, prima o poi ti sarai posto la fatidica domanda: perché offrire la sottoscrizione al blog tramite feed, eliminando in tal modo una potenziale fonte di accessi (e di guadagno) al sito? E’ infatti molto probabile che chi legge i tuoi post via RSS non acceda alle pagine del sito.

Ti spiego perché, nonostante questo, è opportuno prevedere l’abbonamento al tuo sito tramite feed RSS.
(continua…)

AdWords pronto ad abbandonare le keywords

AdWords

Se, almeno una volta nella tua vita/carriera, hai dovuto creare una campagna AdWords, sai che la fase più delicata è la scelta delle keywords.

Fino ad un paio d’anni fa, in realtà, questo compito era piuttosto semplice: bastava inserire qualche frase composta da una o al massimo due parole ed il gioco era fatto. Se gestivi un hotel a Milano, le keywords che facevano per te erano “hotel” e “hotel a Milano”.

Semplice no?

Con l’allargamento della concorrenza (numero di inserzionisti) e l’aumento della lunghezza media delle query (3-4 termini), tutto si è fatto più complicato. L’utilizzo di parole chiave troppo generiche ha oggi una serie di effetti negativi sulle performance della tua campagna:

  • un costo per click (CPC) elevato che fa in modo di esaurire il tuo budget senza che nemmeno te ne accorga;
  • un basso punteggio di qualità che si traduce in una contrazione delle impression (soprattutto in prima pagina) o in una visualizzazione degli annunci in posizioni lontane dalle prime. Tutto ciò comporta una riduzione del CTR e quindi una bassa efficacia della campagna.

In questo scenario, la scelta delle parole chiave è diventata una caccia al tesoro nella quale bisogna trovare keywords specifiche, in grado di descrivere bene la tua offerta, e che costino poco. Tornando all’esempio fatto sopra, difficilmente “hotel a Milano” ti consentirà di far comparire il tuo annuncio in prima pagina. Dovrai quindi ricorrere a keyphrase più precise come “hotel 4 stelle a Milano”, “design hotel a Milano” e così via.

(continua…)

Esperto di web marketing? No, grazie.

Kotler

Questo post nasce dalla lettura di un interessante articolo scritto pochi giorni fa da Francesco de Francesco sul TagliaBlog.

L’articolo, che tratta delle distorsioni e degli eccessi nel mondo del marketing, è così ricco di spunti che ho deciso di sezionarlo e di dire la mia, come sempre senza la pretesa di avere ragione, su ogni tema toccato. Ecco il risultato.

(continua…)

Agosto, podcast mio ti conosco!

estate

Se, come me, non puoi fare a meno di essere aggiornato sul mondo della tecnologia anche in vacanza, ecco alcuni podcast che puoi scaricarti prima della partenza ed ascoltarti in tutta calma sotto l’ombrellone.

La lista non vuole e non può essere esaustiva. Se conosci qualche podcast interessante in materia di tecnologia e affini, segnalalo nei commenti.

Unica controindicazione: le lamentele di tua moglie/fidanzata/compagna per la scarsa attenzione dedicatale. Uomo avvisato…

Buon Ferragosto!

Cosa facciamo in Internet?

Alcuni giorni fa mi sono imbattuto in un’interessante ricerca denominata Ruder Finn Intent Index che illustra le motivazioni che spingono le persone ad andare in Internet. In altri termini, questo studio risponde alla domanda: in che modo passiamo il nostro tempo su Internet?

I risultati della ricerca sono riassunti nell’immagine sottostante:

Cosa facciamo in Internet?

(continua…)