Google torna al minimalismo

Google home page

Uno dei punti di forza di Google rispetto ai concorrenti è sempre stata l’essenzialità della sua interfaccia orientata a porre l’accento sulla ricerca, eliminando tutte le possibili distrazioni.

Negli ultimi anni, però, BigG si è trovata a rilasciare così tanti servizi che la tentazione di utilizzare la propria (visitatissima) home page per promuoverli è risultata troppo forte. Ecco allora comparire link dedicati:

  • alle tipologie di search disponibili (web, immagini, video, mappe, news ecc.)
  • ad altre applicazioni Google (es. Gmail)
  • al lancio di nuovi servizi (sezione “new” presente immediatamente sotto il box del search)
  • alla gestione del proprio account Google (gestione del profilo, logout ecc.).

La scelta di utilizzare link, piuttosto che pulsanti grafici, ha sicuramente consentito a BigG di contenere il grado di complessità dell’interfaccia, pur in presenza di tutti questi elementi.

Evidentemente, però, anche in casa Google si sono resi conto che si stavano facendo prendere un po’ troppo la mano con i link, allontanandosi dal progetto iniziale di massima usabilità.

Da qui la novità annunciata nei giorni scorsi da Marissa Mayer sul Blog di ufficiale dell’azienda: l’effetto “fade in” sulla home page.

In sostanza la visualizzazione della home page viene gestita in modo differenziato su due momenti:

  • al caricamento della pagina vengono visualizzati solo il logo, il box dedicato al search (recentemente ingrandito) ed i classici pulsanti “Cerca” e “Mi sento fortunato”
  • la parte rimanente dell’interfaccia, cioè i link descritti sopra, compare solo nel momento in cui l’utente muove il mouse.

L’idea alla base di questa scelta è che l’utente che impugna il mouse sta cercando qualcosa di diverso dal search; solo a lui quindi devono essere mostrati tutti gli elementi “extra”.

Personalmente ho apprezzato molto l’eleganza di questa soluzione che consente di coniugare la ricerca della massima usabilità con la possibilità di utilizzare la home page come impareggiabile strumento di comunicazione.

E tu, cosa ne pensi della nuova interfaccia di Google?

Articoli correlati


1 Commento

  1. [...] Google torna al minimalismo [...]

Commenta