Perché offrire un feed RSS del tuo blog

RSS

Se sei curatore di un blog, prima o poi ti sarai posto la fatidica domanda: perché offrire la sottoscrizione al blog tramite feed, eliminando in tal modo una potenziale fonte di accessi (e di guadagno) al sito? E’ infatti molto probabile che chi legge i tuoi post via RSS non acceda alle pagine del sito.

Ti spiego perché, nonostante questo, è opportuno prevedere l’abbonamento al tuo sito tramite feed RSS.

  1. Non rischiare di perdere potenziali visitatori

  2. Sei sicuro che tutti i tuoi potenziali utenti vogliano prendersi la briga di visitare regolarmente il sito per controllare se hai qualcosa di nuovo da dire? Probabilmente la risposta è no; molti di loro apprezzeranno il fatto di avere a disposizione i tuoi contenuti in modalità “push”, senza doversi attivare in alcun modo. Sei disposto a correre il rischio di perdere questa non trascurabile fetta di utenti?

  3. Usa il feed per comunicare con i sottoscrittori

  4. Come accennavo sopra, il feed ti offre un’opportunità unica per comunicare con i tuoi lettori in modalità “push”. Sei tu che decidi la tempistica, la modalità e il contenuto della comunicazione. Cerca di sfruttare nel modo migliore questo potenziale.

  5. Fai in modo che gli iscritti al feed lavorino per te

  6. Quella di chi si iscrive regolarmente ai feed RSS è ancora oggi una nicchia, anche se costantemente in crescita. Queste persone hanno tipicamente una buona dimestichezza con Internet ed i suoi servizi; probabilmente sono a loro volta curatori di blog, partecipano attivamente ai forum, gestiscono profili sui principali social network, votano e commentano le news sui siti di social news. Insomma, hanno il profilo ideale per diventare degli opinion leader in grado di influenzare le decisioni (tra cui quella di visitare il tuo blog) di molti altri utenti.

    Tornando al punto precedente, sfrutta il feed per comunicare con queste persone, sapendo che quello che scriverai potrà avere un effetto indiretto su un numero molto maggiore di utenti.

  7. Non farti ossessionare dal traffico

  8. Ci siamo passati tutti: i primi mesi di vita del nostro blog li abbiamo trascorsi guardando quotidianamente le statistiche sugli accessi, esaltandoci ad ogni impennata del grafico e deprimendoci ad ogni caduta.

    Con il tempo, seguendo i consigli degli esperti, ho imparato a non farmi ossessionare dal traffico. Massimizzare il numero di visitatori non deve, infatti, essere il tuo/nostro obiettivo, almeno in prima battuta. Focalizzati, invece, sul costruire credibilità e una buona reputazione online (a questo proposito ti consiglio un mio articolo recente su Come guadagnare credibilità online). Se avrai successo in questa strategia, molte persone (e molti siti) parleranno di te e citeranno i tuoi articoli, portandoti le tanto agognate visite.

  9. Non solo online advertising

  10. Il modo più semplice per monetizzare un blog è il ricorso all’advertising online (AdSense, display advertising, programmi di affiliazione ecc.). Concentrandoci su queste potenziali fonti di reddito finiamo spesso per dimenticare che è possibile guadagnare con un blog anche (e soprattutto) in modo indiretto. Come? La risposta sta nel punto precedente. Se riuscirai a costruire una buona reputazione online e ad essere riconosciuto come un esperto del tuo settore, quasi certamente attirerai nuove offerte di lavoro e nuovi incarichi che, ci si augura, genereranno entrate.

    Se hai ancora dei dubbi sul fatto che, almeno in Italia, sia più semplice guadagnare con l’indotto di un blog che non con il relativo online advertising, leggi questo interessante articolo del Tagliaerbe.

  11. Fai convivere RSS e advertising

    • utilizza programmi che ti consentono di includere annunci pubblicitari all’interno degli articoli nel feed (il classico AdSense lo fa)
    • pubblica nel feed solo un estratto dei tuoi post, rimandando con un link all’articolo completo sul sito.
  12. Se sei preoccupato del fatto che i tuoi abbonati al feed non accederanno al sito e non cliccheranno sui tuoi annunci/banner, puoi prendere queste due “contromisure”:

  13. Attira gli abbonati al feed sul tuo sito

    • stimola i commenti, ad es. terminando ogni post con una domanda (non si può commentare senza accedere al sito, giusto?)
    • lancia dei sondaggi
    • linka tuoi articoli precedenti
    • offri sul sito contenuti extra (es. video, podcast o altro).
  14. Il fatto che una persona sia abbonata al feed non significa che per principio non possa anche visitare il tuo sito. Sta a te stimolare questi utenti attirandoli sulle pagine del blog. In che modo? Ecco alcuni esempi:

Allora, cosa aspetti, iscriviti subito al feed RSS del BernaBlog:)

Fonte: http://www.problogger.net/archives/2008/11/14/are-rss-subscribers-worthwhile-if-they-dont-visit-your-blog/

Articoli correlati


2 Commenti

  1. [...] Perché offrire un feed RSS del tuo blog Scritto da:Roberto Bernazzani il 2009-08-31 [...]

  2. [...] Se sei indeciso sul fatto di creare o meno un feed, ti consiglio questo mio articolo che tratta del perché conviene offrire un feed del tuo sito. [...]

Commenta