Ecco perchè Facebook batte MySpace (in Italia)

Prendo spunto dalle tipiche classifiche di fine anno per fare una riflessione sui social network.

Marketing Charts ha pubblicato la classifica dei social network più popolari negli USA, aggiornata a Novembre 2008.

La vittoria di MySpace sui concorrenti è schiacciante. Stupisce soprattutto il fatto che negli Stati Uniti MySpace abbia avuto più del doppio delle visite di Facebook, mentre in Italia le percentuali sono quasi invertite, con Facebook che ha da poco superato la soglia dei 5 milioni di visitatori.

Viene quindi da chiedersi: perchè in Italia Facebook è così popolare, mentre in altri paesi è superato da altri SN?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo mettere a confronto i fattori di successo dei due SN più diffusi, Facebook e MySpace:

  • Facebook deve il suo successo alla creazione di una comunità chiusa, quasi auto-referenziante, per partecipare alla quale è necessario registrarsi. Questo meccanismo stimola la curiosità dell’utente che, per mettere il naso nei profili di amici e conoscenti, accetta di registrarsi e creare il proprio profilo. Superato lo scoglio della registrazione, l’effetto “dipendenza” fa il resto.
  • MySpace deve il proprio successo alla facilità di creare velocemente una pagina web personale, integrando brani musicali, foto e video preferiti (in perfetto stile web 2.0), senza avere nessuna competenza di web design o HTML. Le pagine così create sono visibili (e commentabili) da chiunque, senza che sia necessario avere un proprio utente o creare un profilo. MySpace non sfrutta quindi l’”effetto curiosità” di cui parlavo sopra.

Torniamo quindi alla nostra domanda iniziale: perchè in Italia Facebook è così popolare? Dopo le considerazioni che abbiamo fatto, verrebbe da rispondere: perchè gli italiani sono un popolo di curiosi :)  Ma è davvero così?

Articoli correlati


8 Commenti

  1. Ciao Roberto, ho visto su Linkedin che hai aperto un blog e mi sono fiondato, è stata di sicuro la curiosità!! :-)
    Non garantisco però che gli italiani siano curiosi quanto me…
    Keep up the good work!!

  2. Roberto Bernazzani

    Ciao Guido, è un piacere ri-leggerti dopo tanto tempo.
    Grazie per i complimenti e mi raccomando, continua a seguirmi, mi interesserebbe molto sapere la tua opinione sugli argomenti che tratto.

  3. ciao,devo dire che anche io stavo per iscrivermi a facebook,iscrizione che però non ho terminato perchè ricercando alcune persone e vedendo alcuni amici di questi e poi gli amici degli amici sono rimasta veramente terrorizzata dalla semplicità con cui viene definita amica una persona che nella realtà neppure si conosce se non di vista e che per la quale non si prova neppure simpatia.no io con i miei pochi amici comunico in privato e se possibile dal vivo!gli italiani ultimamente non hanno nè arte nè parte sono solo dei modaioli e possono iscriversi solo in una comunità generalista.

  4. Roberto Bernazzani

    Silvia, concordo con te. L’unica ipotesi in cui trovo Facebook utile è quando una persona ha amici lontani. In questi casi comunicare tramite FB può aiutare a rimanere in contatto anche se, obiettivamente, l’informatica offre molti altri strumenti forse più adatti allo scopo (e-mail, instant messaging ecc.).

  5. Federico Buschi

    Complimenti per la recensione , molto interessante .
    Ultimamente ho sentito che un nuovo social network sta spopolando , in particolare nei paesi anglofoni ( l’unica lingua disponibile credo sia l’inglese ) . Si parla tanto in giro di Twitter , quale è il parere dell’esperto ?
    Concordo con Silvia ..
    Un ultima considerazione su Facebook per Roberto .. non credi che facebook sia ultimamente diventato uno strumento di pubblicità gratuita ? .. per spiegarmi meglio .. molti bar , ristoranti e negozi ( anche del piacentino ) hanno per esempio aperto la propria pagina personale su FB .

  6. Roberto Bernazzani

    Ciao Federico, grazie per i complimenti. Cerco di rispondere a tutti gli spunti che ci hai dato.

    Twitter: più che un vero social network è una piattaforma di micro-blogging che consente di scrivere “post” della lunghezza massima di 160 caratteri. Personalmente ho un account ma, oltre a ripubblicare lì gli articoli del blog, non lo uso molto; ad oggi non sono ancora riuscito ad individuarne il vero valore aggiunto.
    Pregio principale: diffusione delle notizie in real time. Se un messaggio viene re-twittato, cioè ripubblicato da molti utenti, si può diffondere nella comunità Internet alla velocità della luce. E’ quello che è successo ad esempio di recente con la notizia della morte di Michael Jackson (http://www.bernablog.com/585/effetto-michael-jackson-sulla-rete/).
    Difetto principale: non penso che 160 caratteri siano sufficienti per esprimere qualsiasi concetto, come sostiene qualcuno…

    Facebook: certamente, per chi sa usarlo nel modo corretto, può diventare un ottimo strumento di comunicazione a costo zero.
    Penso però che, a lungo andare, quando tutte o quasi le aziende (ma anche gli esercizi commerciali come scrivi tu) avranno la propria fan page, ci vorrà qualcosa di più per attrarre visitatori interessati. La fan page dovrà, cioè, offrire qualche servizio o contenuto che non si può trovare altrove.
    Insomma, come tutti i social, non sarà sufficiente solo esserci :)

  7. Secondo l’autorevole ADDTHIS , la classifica dei social network piu’ usati nel mondo e’ la seguente :

    1 Facebook Social Network 33.20% 10%
    2 MySpace Social Network 5.26% 1%
    3 orkut Social Network 1.68% -1%
    4 Friendster Social Network 0.69% 18%
    5 Sonico Social Network 0.34% 8%
    6 Viadeo Social Network 0.21% 2%
    7 LinkedIn Social Network 0.20% 14%
    8 meinVZ Social Network 0.17% 10%
    9 Bebo Social Network 0.13% 5%
    10 Hyves Social Network 0.11% 2%
    11 studiVZ Social Network 0.11% -2%
    12 Surfpeople Social Network 0.10% 268%
    13 FriendFeed Social Network 0.10% 32%
    14 Google Buzz Social Network 0.07% 61%

    fonte : http://www.addthis.com/services#cnt=20&cat=social_network

    In Italia invece :

    Facebook
    Google
    Twitter
    MySpace
    OKNOtizie
    Surfpeople
    Live
    Reddit
    Segnalo
    Delicious

    fonte Addthis : http://www.addthis.com/services/compare-countries#c1=IT&c2=GB&c3=FR

    Possiamo fidarci ?

  8. Roberto Bernazzani

    Vista l’autorità della fonte io mi fiderei, anche perchè lo stesso dato (magari con numeri leggermente diversi) emerge anche da altre fonti.
    Certo, da quando ho scritto questo articolo Facebook di strada ne ha fatta…
    Sono però contento che a distanza di un anno e mezzo le considerazioni che facevo allora siano ancora d’attualità. FB, ancora oggi, basa il suo successo sulla triade: emulazione-curiosità-dipendenza.

Commenta