Happy Birthday WWW

 Tim Berners-LeeTim Berners-Lee

 

Pochi giorni fa si è festeggiato il XV anniversario dall’apertura al pubblico del WWW (World Wide Web) da parte del Cern di Ginevra. Per l’occasione Tim Berners-Lee, l’inventore del Web, ha concesso un’intervista alla BBC nella quale, secondo me, sono condensate le ragioni del grande successo che ha avuto il web in questi 15 anni. 

 

  1. gratuità: se dovessi pagare una tariffa per ogni pagina che leggi o ad ogni clic che fai, pensi che accederesti al Web con la stessa frequenza con cui lo fai oggi? E’ fuor di dubbio che il fatto di essere gratis ha contribuito all’enorme diffusione di Internet e del Web in particolare (oggi si parla di 165 milioni di siti nel mondo). La controprova di questa affermazione è il destino che ha avuto Gopher, una tecnologia concorrente a quella del Cern, sviluppata dalla University of Minnesota e utilizzabile a quel tempo solo a pagamento. Come, non conosci Gopher? Come volevasi dimostrare :)
  2. enorme potenziale: Berners-Lee definisce il Web un “tremendous tool” a sottolineare la sua enorme potenza. E come tutte le “armi” potenti, possono avere un effetto devastante nel bene (pensa a come il Web ha cambiato la tua vita negli ultimi anni) o nel male (pedo-pornografia su Internet, video di bullismo su YouTube e tutto quanto la stampa tradizionale non manca di sottolineare). E non dobbiamo dimenticare che quanto abbiamo visto finora è solo una minima parte del reale potenziale del WWW che, come afferma Berners-Lee, “is still in its infancy”.
  3. universalità: il Web è una tecnologia a disposizione di tutti, senza alcuna distinzione. Certo, rimangono problematiche da risolvere come l’accesso a banda larga, limitato oggi solo ad una porzione della popolazione mondiale, o i problemi di accessibilità sofferti dai disabili (non vedenti in primo luogo). L’universalità del Web diventa così il motore di tutte le sue applicazioni “sociali” determinando il successo dei cosiddetti Social Network.

Ok, chiuso l’amarcord, rimettiamoci a pensare a cosa ci riserverà il Web domani :)

Articoli correlati


Commenta